Seleziona una pagina

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI

La città di Berlino è una città che affascina da tempo immemorabile con la sua storia e la sua architettura.
Chiunque cammini per le strade di questa città non può non incontrare Il Duomo di Berlino, la chiesa principale della capitale tedesca che si trova nel Mitte sulla Schloßplatz con un ampio ingresso principale che si apre sul Lustgarten.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI.

In tempi remoti, agli albori del 20 ° secolo, la Chiesa veniva ritratta in cartoline e disegni che oggi ci parlano di antichi splendori, che la barbarie delle guerre, minacciarono seriamente, con i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI.

La chiesa originaria venne costruita intorno alla metà del XVIII secolo in stile barocco e nel 1822 venne rimaneggiata in stile neoclassico, ma nel 1894, l’imperatore Guglielmo II ne ordinò la demolizione e la sua ricostruzione, facendo così nascere il duomo, così come lo conosciamo oggi.

I lavori iniziarono immediatamente, in uno sfarzoso stile neobarocco e vennero ultimati nel1905 realizzando uno dei maggiori monumenti dell’età guglielmina.
Ma ecco che, a causa di quella terribile piaga tristemente nota a tutti, come seconda guerra mondiale che durante i bombardamenti aerei del 24 maggio 1944, venne colpita la lanterna della cupola ed un furioso incendio si propagò per tutta la copertura determinandone il crollo.

In seguito, il duomo venne restaurato e la cupola ricostruita fra il 1975 e il 1981, in forme più sobrie con il mancato ripristino delle elaborate lanterne della cupola e dei campanili.

Ed è lì che inizia la nostra storia, la storia d’amore dei Mosaici della Ferrari&Bacci che nel 1995 ottiene il prestigioso incarico di ricostruire la Cupola, dall’imponente diametro di 33 metri, sulla base dei disegni e delle pitture un tempo custoditi nella Cripta ed oggi visibili nel Museo dell’Opera del Duomo.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI.

Inizia così un lavoro durato 7 anni che vide all’opera i nostri 6 migliori artigiani che, lavorando con passione, utilizzando 7000 kg di smalti provenienti da Murano, 2000 kg di oro e 2800 diverse tonalità di colore… fecero risorgere dalle ceneri di una folle guerra, come una imponente Araba fenice il decoro della Cupola.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI.

L’artista che, a suo tempo, aveva creato i disegni originali in bianco e nero fu Anton Von Werners, il ritrattista ufficiale della casa reale, le cui spoglie mortali, sono ancora oggi conservate in un sarcofago del Duomo stesso.
Ed è grazie a lui, se potemmo studiare le viste prospettiche da riprodurre ed è grazie alle pitture che abbiamo potuto selezionare i colori, in modo da riprodurre, passo dopo passo, l’effetto finale esemplificato in questa immagine.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI.

Il lavoro di sviluppo, anche in questo caso, trovò la sua evoluzione non su sinopie ma su disegni, il che rese la prospettiva ancora più appassionante da realizzare.
Osservate l’effetto prospettico di questa foto dove gli artigiani che lavorarono sul progetto, sembrano sospesi… upsidedown… come Alice nel suo meraviglioso Paese delle Meraviglie, through the looking glass.. in un mare fatto di colori e minuscoli tasselli di vetro.
Questo non è lavoro, o non solo, questa è arte, l’arte del mosaico.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI.

LA CUPOLA DEL DUOMO DI BERLINO ED I MOSAICI DELLA FERRARI&BACCI