Seleziona una pagina

Un artista dal volto barbuto e dagli occhi penetranti: così viene descritto Galileo Chini l’autore delle ceramiche smaltate che sono state le protagoniste dell’operazione di Restauro svolta da @RestauroItalia, nel 2017.

Un artista che ha interpretato l’Art Nuoveau francese come arte nuova, arte rinnovatrice, un’arte che in Italia diverrà nota come floreale o Liberty e che Chini interpreterà in totale libertà espressiva.
Un’arte anticonformista che stravolge le vecchie convenzioni e cambia l’estetica dell’architettura urbana.

Un’arte che Chini utilizza nei suoi lavori viareggini, che porta con sé nel regno del Siam per decorare il palazzo di Ram VI o per decorare il Palazzo delle Terme di Montecatini e quelle di Salsomaggiore.

Le ceramiche oggetto di questo restauro possono oggi esser ammirate, in tutta la loro bellezza, presso la Fondazione Matteucci in Via D’Annunzio a Viareggio, grazie ad una serie di attività che hanno condotto in primo luogo a valutarne lo stato di conservazione, che ha evidenziato, da subito, un degrado della parte invetriata superiore al 20% della superficie, con lacune e mancanze che erano già state, in passato, oggetto di intervento.

Grazie ad un’indagine termografica:

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

è stato inoltre possibile individuare la quantità di mattonelle distaccate dal sottofondo, pari circa al 30% del totale ed un ingiallimento diffuso su tutta la superficie, causato dell’utilizzo di un protettivo acrilico non idoneo.
Tale protettivo, alterandosi, aveva uniformato cromaticamente tutta la superficie e messo in evidenza i bordi delle precedenti integrazioni pittoriche.

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

L’intervento di restauro condotto dalla RestauroItalia, si è sviluppato in due fasi che si possono riassumere in una prima fase di pulitura, con la rimozione della polvere atmosferica e del guano animale, mediante uso di pennelli e spugne ed una seconda fase di rimozione, dove sono state rimosse le vecchie integrazioni non più adese al supporto ed il protettivo ormai alterato, utilizzato nel precedente intervento di restauro.

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

Nelle operazioni di rimozione, le stuccature e le integrazioni non più adese al supporto, sono state asportate meccanicamente, con mezzi manuali quali bisturi a lama fissa e mobile, dopo essere state ammorbidite con impacchi di cotone idrofilo imbevuti di acetone.

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

Un’operazione che è terminata con la pulitura di fondo in modo da eliminare dall’opera tracce del protettivo alterato ed eventuali residui pulverulenti.

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

Le operazioni di riadesione hanno invece visto la messa in sicurezza dei frammenti di invetriatura distaccati e dunque a rischio di caduta e la riadesione delle mattonelle separate dal supporto e precedentemente individuate con l’indagine termografica.

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

La riadesione delle maioliche al sottofondo, è stata effettuata mediante l’uso di una resina bicomponente, tramite iniezioni eseguite all’incrocio delle fughe delle mattonelle.

Successive operazioni di stuccatura e micro-stuccatura sono state eseguite in corrispondenza delle lacune, con malta di calce idraulica naturale ed inerte selezionato, avendo cura di consolidare prima, la parte invetriata posta intorno alle nuove stuccature.

L’integrazione pittorica delle stuccature è stata eseguita con l’ausilio di due tecniche distinte: la tecnica della selezione cromatica e quella del mimetico; ha completato il tutto la stesura del protettivo finale.

Un lavoro fatto di precisione, attenzione e combinazione di conoscenze ed abilità manuali dei nostri restauratori, che hanno nuovamente donato alle ceramiche la luce che contraddistingue questo meraviglioso materiale.

Un lavoro volto ad enfatizzare la bellezza originale di queste ceramiche che il tempo e l’uso improprio di alcuni materiali avevano contribuito ad offuscare.
Un lavoro che ha portato lustro alla città di Viareggio che oggi gode, insieme alle sue migliaia di turisti, della vista delle opere del grande Chini.

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

LE CERAMICHE SMALTATE DI GALILEO CHINI E RESTAUROITALIA

RestauroItalia